Aumentano i casi di morbillo, preoccupazione anche in Italia

In Italia aumentano vertiginosamente i casi di morbillo con la preoccupazione che inizia anche a salire. Andiamo a vedere cosa sta accadendo.

Nel nostro paese si parla di ben 213 casi negli ultimi quattro mesi per una situazione che davvero è pronta a precipitare.

morbillo rischio
Allarme morbillo in Italia (HunterMagazine.it)

Secondo i dati analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) questa epidemia si sta diffondendo su ampia scala e bisognerebbe cercare di analizzare più da vicino la situazione per evitare che si faccia molto complicata. I medici di famiglia stanno monitorando la situazione con grande attenzione anche aumentando quello che è l’utilizzo dei test sierologici.

L’aumento dei casi è legato soprattutto a persone che fanno parte della categoria dei non vaccinati. Così i medici di famiglia stanno cercando di fare attenzione per quanto riguarda il fatto che è contagiosa questa epidemia. Prescrivono così agli assistiti numerosi test sierologici affinché si possa capire se sono entrati in contatto con la malattia o meno.

In merito alla situazione ha parlato Silvestro Scotti, segretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale, all’Adnkronos: “Abbiamo inviato indicazioni per mettere in atto un’attenzione ancora più decisa, a partire dal controllo delle coperture vaccinali degli assistiti, anche se si tratta di un’attività di routine per il medico di medicina generale. Abbiamo ricordato anche l’importanza dell’informazione alle persone fragili e delle misure necessarie per la prevenzione in casi di possibili contatti. I colleghi sono attenzionati sulla diffusione delle malattie infettive. Più che allertare la popolazione è importante la vigilanza dei sistemi di cure primarie medicina generale e pediatria di scelta libera sia per verificare le coperture vaccinali sia per favorire l’immunizzazione anche attraverso la sierologia”.

Ma quali sono i sintomi?

Il primo sintomo è l’esantema maculo papuloso cioè dei pallini rossi che vengono sul corpo. C’è anche la febbre e l’enatema, delle placchette in bocca. Il tutto si può manifestare anche senza febbre. Ci sono delle forme che si chiamano “fruste”, ibride e spurie, ma nella maggior parte la febbre si evidenzia e anche alta. Il segno che contraddistingue il tutto però è il rash cutaneo.

allarme morbillo in italia
Morbillo allarme (HunterMagazine.it)

Il contagio può avvenire mediante secrezioni nasali e saliva. Dopo il contagio si parla di un periodo di incubazione di circa dieci giorni. In questi non si presentano sintomi. Nel caso che vi trovate di fronte a questi sintomi dovete immediatamente rivolgervi al medico curante per cercare di superare il tutto in maniera piuttosto rapida.

Impostazioni privacy