Piero Pelù racconta la sua depressione, un momento difficilissimo

Piero Pelù ha raccontato uno dei momenti più difficili della sua vita, legato alla depressione. Tutto è nato da uno choc acustico e poi un elemento l’ha salvato.

Per dire quanto accaduto ha deciso di utilizzare il mezzo più consono di questo periodo storico e cioè i social network. Ma cosa ha detto?

piero pelu salute
Il racconto di Piero Pelù sulla depressione (ANSA) HunterMagazine.it

Sul suo profilo di Instagram, che conta oltre 260mila follower, ha scritto una splendida lettera a mano dove ha svelato cosa gli era successo. Lo fa con grande cuore e la solita sensibilità che lo contraddistingue.

Ha scritto: “Ciao a tutti, 10 mesi fa vi scrivevo che avevo subito un forte choc acustico in studio di registrazione e che ero costretto a rimandare in blocco il mio tour. In questo periodo ho combattuto la depressione e solo grazie alla Dea musica ne sono uscito, tirando fuori le unghie, i denti, sputando l’anima, scritto cose nuove e urgentissime. Elaborato altre idee che erano rimaste chiuse nel mio archivio sconfinato. Mentre vi sto scrivendo ho finito di produrre questo nuovo viaggio sonoro che vi raggiungerà prestissimo e in molte forme, infatti in questo lungo periodo lontano da voi ho fatto foto e video che quanto prima vi mostrerò“.

Il momento difficile di Piero Pelù

Tutto, come detto, è scaturito per Piero Pelù da un forte choc acustico. Era il 30 giugno del 2023 quando mentre usava un paio di cuffie negli studi di registrazione ha avuto un problema. Si era così costretto, su consiglio dei medici, di interrompere momentaneamente la sua attività e quindi annullare il tour.

pelu confessione
Depressione di Piero Pelù (ANSA) HunterMagazine.it

Ha consigliato ai suoi fan di dotarsi di tappi auricolari di spugna per i concerti che non precludono la godibilità di uno show, ma che proteggono il condotto uditivo da quelle frequenze della musica dal vivo.

Ora però c’è anche la possibilità di vedere all’orizzonte il ritorno di Pelù che porterà la sua storia sul palcoscenico in un viaggio che andrà dal nord al sud a una band rinnovata: i Bandidos. Sicuramente c’è grande attesa già dalle prime due date che saranno il prossimo 4 e 5 maggio a Verona per lo spettacolo Una. Nessuna. Centomila in Arena.

Lo vedremo poi a Castiglione del Lago, Porto Recanati, Asiago, Noto, Bagheria, Roccella Jonica e San Pancrazio Salentino. Tutte date che sicuramente saranno sold out vista l’enorme caratura di questo straordinario artista e amatissimo dal pubblico di tutto il nostro paese ma non solo.

Impostazioni privacy