“I miei genitori? Non l’ho mai detto”: Amici 23, rivelazione choc

Uno dei protagonisti di Amici 23 ha deciso di raccontarsi svelando un retroscena che riguarda il suo passato. Vediamo insieme cosa ha detto.

Amici è una delle trasmissione più seguite di Canale 5. Il serale va in onda il sabato sera in prima serata ed è condotto da Maria De Filippi. Gli allievi rimasti in gara si sfidano con prove di ballo e canto e sono capitanati dagli insegnanti della scuola che li hanno seguiti durante il loro percorso. Tre le squadre, quella composta dalla coppia più temuta Zerbi-Cele; i Cuccalo (Lorella Cuccarini ed Emanuel Lo) e quella formata da Anna Pettinelli e Raimondo Todaro.

Amici 23, la rivelazione di un giudice
Amici 23: squadre, giudici e allievi del serale – Screen Wittytv-huntermagazine.it

Nella puntata che andrà in onda sabato 20 aprile 2024, scopriremo chi verrà eliminato tra Lil Jolie e Sara. A decidere sulle sorti dei ragazzi sono infatti tre giurati: Michele Bravi, Cristiano Malgioglio e Giuseppe Giofrè che devono votare le loro esibizioni.

Il cantante però ha scelto di congelare la sfida e di risentire le due ragazze su un altro brano in accordo con i suoi colleghi. I tre giudici sono molto affiatati e non mancano battute e colpi di scena come quando Giuseppe ha deciso di far ballare tutti.

Il giudice di Amici 23 racconta il suo passato difficile

Ma chi è Giuseppe Giofrè? Il ballerino è stato lanciato proprio dal talent di Maria De Filippi. Nato a Gioia Tauro nel 1993, è stato il vincitore della categoria ballo dell’undicesima edizione di Amici che fu vinta dal cantante Gerardo Pulli. Da allora ne ha fatta di strada arrivando a ballare negli Stati Uniti per importanti artisti del calibro di Taylor Swift, Jennifer Lopez, Dua Lipa, Ariana Grande, Justin Timberlake, Selena Gomez e Ricky Martin.

Giuseppe Giofrè racconta di essere stato picchiato da giovane
Il ballerino confessa un episodio del passato- Ig giuseppegiofre-huntermagazine.it

Nel 2020 diventa ballerino professionista di Amici e dal 2023 è giurato del serale. Intervistato da Silvia Toffanin a Verissimo ha raccontato un episodio che riguarda il suo passato e che non aveva condiviso neanche con i suoi genitori. Lui che è nato in un piccolo paese della Calabria ha spiegato che era difficile vedere un uomo ballare e che tutti i suoi coetanei facevano calcio.

Sul lungomare alcuni ragazzi lo aspettavo per picchiarlo e riempirlo di botte. Giuseppe ha spiegato di non aver mai raccontato quegli episodi di bullismo ai genitori: “Sono sempre stato un tipo riservato, ad oggi lo sono ancora. Forse leggendo il libro mamma e papà capiranno che c’erano altre cose oltre il voglio ballare“. Una storia che ha anche riportato nel suo libro dal titolo ‘Stidda’ e che è di insegnamento per tutti quelli che coltivano un sogno.

Impostazioni privacy