Vecchie lire, se hai ancora queste in casa puoi prenotare subito una crociera: ecco quanto valgono

Vecchie lire. Alcune monete del conio precedente possono regalare ancora oggi grande soddisfazioni per i fortunati che le hanno conservate. É il caso della Lira Arancia.

Abbiamo dovuto salutare per sempre le care vecchie lire italiane più di vent’anni fa, precisamente nel 2002, quando entrò in circolazione legale l‘euro.

Vecchie lire lira arancia quanto valgono
Vecchie lire, il loro valore è aumentato – Huntermagazine.it

In molti si premurarono a mettere da parte qualche esemplare e tenerlo come ricordo, magari per farlo vedere in futuro a figli e nipoti. Bene, se siete state tra queste persone così lungimiranti, cacciate fuori le lire che avete conservato, rovistate con attenzione: potreste avere una fortuna e non saperlo.

Aprite cassetti, rompete salvadanai, guardate tra portafogli impolverati. La moneta da 1 lira Arancia, coniata tra il 1946 e il 1950, è un pezzo rarissimo, desiderata da esperti numismatici.

Vecchie lire: ricordate la moneta da 1 Lira Arancia? Oggi vale una bella sommetta

La “Lira Arancia” fu coniata alla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando il nostro Paese stava ancora cercando di riprendersi dagli anni di conflitto. Inizialmente, fu introdotte a titolo di prova. L’Italia sarebbe passata da Monarchia a Repubblica ma ancora non erano noti i risultati del referendum. Bisognava sapere quale scritta doveva essere incisa sulla moneta, se Regno d’Italia o Repubblica Italiana.

Vecchie lire lira arancia valore
Lira Arancia, qual è il suo valore attuale (Foto eBay) – Huntermagazine.it

La nuova moneta aveva sul lato del dritto l’Italia con una corona di spighe ed al rovescio un’arancia. Pesava 1,25 g, il diametro era di 21,6 mm ed era coniata in Italma, nome derivato da Italiano Alluminio Magnesio. Successivamente, ne furono messi in circolazione solo 12mila pezzi. Data la scarsa tiratura, sono esemplari davvero difficili da reperire, considerati addirittura tra i più rari nella storia della numismatica relativa alla moneta repubblicana.

La coniazione della Lira Arancia riprese poi nel 1948, continuando la stampa  fino al 1950. L’arancia, frutto simbolo del nostro Paese, rappresenta rinascita e speranza per il futuro dopo i tempi difficili della Guerra. Ma andiamo al pratico: chi possiede adesso questa moneta per quanto potrebbe rivenderla?

Ebbene, la versione emessa nel 1946 vale circa 2mila euro ma solo se conservata nello stato di fior di conio, ossia in condizioni ineccepibili. Gli esemplari messi in circolazione successivamente possono essere stimati tra i 300 euro se in ottime condizioni scendendo a 90euro se lo stato non è proprio ottimale.

Impostazioni privacy